Involtini di pollo fatti in casa

involtini

Il petto di pollo non dovrebbe mai mancare nel frigo, perché è una carne magra, leggera e soprattutto economica, adatta ad adulti e bambini. Certo, ultimamente siamo stati messi un po’ in allerta da tutto quello che sentiamo sull’alimentazione dei polli in grandi allevamenti, ma basta fare un po’ di attenzione, acquistando magari in posti di fiducia o in supermercati regolarmente controllati.

Comunque mangiarlo spesso implica la necessità di variarne la preparazione, per invogliare se stessi e gli altri ad apprezzarlo. La cottura più genuina è sicuramente quella sulla griglia, con limone magari, e immediata anche quella in padella; cerchiamo però una ricetta più appagante e gustosa creata con il pollo: gli involtini. Facili da preparare in casa, richiedono poco tempo di preparazione, realizzabili in padella oppure al forno.

Ingredienti involtini pancetta e formaggio (per 6 involtini circa)

6 fettine di pollo ben battuto
6 fette belle grosse di pancetta
scamorza affumicata e sottilette
farina q.b.
sale
stuzzicadenti
olio extravergine di oliva
q.b. di burro
1/3 di porro
q.b. di salvia

Preparazione

Per realizzare gli involtini di pollo ripieni adagiare le fette di petto di pollo ben battute su un ripiano e aggiungere su ciascuna una fetta di pancetta, un po’ di scamorza a pezzetti o tritata e a piacere la sottiletta. Avvolgere ogni fettina su se stessa creando gli involtini farciti; fissarli con stuzzicadenti lunghi o in mancanza con spago per alimenti. Scaldare poi una padella con un filo d’olio extravergine (a piacere una noce di burro), il porro tritato e la salvia, mettendo un pizzico di sale sugli involtini già arrotolati. Passarli nella farina (che permette si crei una crosticina molto gustosa), adagiandoli sulla padella.

Far rosolare da un lato qualche minuto, poi girarli e lasciar terminare la cottura con il coperchio per 5 minuti e impiattare. Per il ripieno si possono scegliere infinite varianti, quali ad esempio prosciutto crudo e scamorza, oppure speck e fontina, o ancora prosciutto, formaggio e spinaci, (se volete ottenere una variante ancora più leggera potete utilizzare la bresaola), non ci sono limiti alla fantasia.

Gli involtini di pollo vanno gustati appena pronti. Potete conservarli per 3 giorni in frigo coperti da pellicola trasparente. Il contorno ideale per accompagnare gli involtini di pollo sono, qualunque sia il ripieno, patate al forno e peperoni o verdure grigliate, però si possono servire anche con una fresca insalata mista oppure con un po’ di riso bollito.

Condividi

Commenti

commenti