Nessuna caloria per questi alimenti!

asparagiAvere una buona forma fisica è il desiderio di tutti, soprattutto nella stagione dell’estate, quando tutti siamo più scoperti ed nascondere i propri difetti fisici è più difficili. E’ buona norma quindi non esagerare durante i pasti e ridurre alimenti calorici e cotture sbagliate, come le fritture. Ma qualche trucchetto è sempre utile, ed è per questo che stiamo per svelare alcuni cibi a zero calorie.

Con questi alimenti non si ingrassa! E sono:

Gli asparagi, che sono ipocalorici e apportano solo 20 calorie per 100 grammi. In più aiutano a purificare l’organismo perché hanno proprietà diuretiche che contribuiscono ad eliminare le tossine.

Il pompelmo, con le sue 26 calorie per 100 grammi. Bianco, rosa o rosso, è un alleato per chi è a dieta ed è prezioso contro la cellulite e la ritenzione idrica.

Le mele verdi, ideali perchè contengono solo 52 calorie per 100 grammi e sono invece ricche di fibre.

L’anguria, costituita quasi interamente da acqua e ha pochissime calorie, 30 per 100 grammi.

La papaya. 100 grammi di questo frutto apportano poche ma tanti elementi nutritivi benefici, quali la vitamina C e antiossidanti che fanno bene alle ossa.

 Il sedano è composto per la maggior parte da acqua e il restante da fibre.

Anche il cetriolo è composto prevalentemente da acqua, contiene la vitamina C, riduce i livelli di infiammazione nel corpo e contiene acido caffeico, utile per prevenire la ritenzione idrica.

Un altro ortaggio ideale per una dieta ipocalorica è il cavolfiore che apporta 25 calorie ogni 100 grammi di prodotto.

Anche la carne magra, e non solo la frutta e la verdura, è tra i cibi che apportano poche calorie. Chi segue una dieta ipocalorica può inserire la carne di pollo o di tacchino, un’ottima fonte di proteine.

Inoltre, buone notizie per gli amanti della caffeina! Il caffè, infatti, rientra tra i cibi a zero calorie. Una tazza ne contiene solo 2 e se assunto in modo corretto, senza abusarne, stimola l’organismo a bruciare i grassi. Ovviamente, solo se vengono aggiunti zucchero o altri dolcificanti.

 

Condividi

Commenti

commenti