Grill comodamente seduti al tavolo… ora si può!

Your ads will be inserted here by

Easy Plugin for AdSense.

Please go to the plugin admin page to
Paste your ad code OR
Suppress this ad slot.

Si aspettano le prime belle giornate per organizzare scampagnate, pic nic e il tanto atteso e studiato barbecue! Cuocere la carne alla griglia, oltre che avere un sapore gustoso è qualcosa che piace molto… tutta la preparazione, i metodi, i segreti per la migliore riuscita. Anche qui in Italia impazza la moda del grill, ci sono state create trasmissioni televisive, nei supermercati si trovano salse da abbinare per tutti i gusti e questo aspetto del “grigliare” è conviviale, divertente e appetitosa.

Forse è proprio a questo che hanno pensato un gruppo di amici con la passione per il buon cibo e la creatività di sviluppare un format tutto italiano, ma con ispirazione americana.

Dove? Cristiano Rossi parte da Salerno e Avellino aprendo i Burger Bar Cargo, poi coinvolge a Roma Paolo Venturini, Adriana De Martino, Mara Scaramuzzo e Andrea Meo e aprono in via dei Filippini 4, a pochi passi da Corso Vittorio Emanuele e Piazza Navona il Burger Bar Grill.

Grandi vetrate su strada, arredamento industriale e moderno a base di ferro, cuoio e legno, realizzato e curato dagli architetti Lycourgo Lambrinopoulos e Francesco Montella dello studio Project 2.0 e per le parti in ferro direttamente dall’artigiano Bruno Viviani.

Il locale si sviluppa su due piani per un totale di 180 mq e 65 sedute, con panche e simpatici sgabelli a scomparsa, molto utili per recuperare spazio e ordine.

Il bancone della carne accoglie i clienti all’ingresso per far già vedere cosa potranno scegliere di mangiare, perché qui è proprio la possibilità di scelta che rende il cliente libero e divertito di poter decidere.

Cristiano ci illustra che sulla grande lavagna c’è giornalmente indicata la Borsa della Carne. “I tagli della carne che offriamo sono sempre gli stessi ma, ogni giorno, in base alle razze più o meno pregiate che troviamo al mercato o dai nostri fornitori, abbiamo in vendita tipi di carne diversi a prezzi differenti. Ad esempio – prosegue- se un giorno acquistiamo un grande quantitativo di una razza, perché presente uno stock maggiore al mercato, abbassiamo il prezzo ai clienti. Quindi, i nostri clienti possono comprare la stessa razza a un prezzo che varia giorno per giorno”.

Your ads will be inserted here by

Easy Plugin for AdSense.

Please go to the plugin admin page to
Paste your ad code OR
Suppress this ad slot.

Si può scegliere che acqua bere, ma non semplice acqua liscia o minerale, ma aromatica e adatta ad ogni necessità (dimagrante, rinvigorente, disintossicante e drenante) con il bottiglione bene in vista e l’erogatore a portata di bicchiere tutte le volte che si vuole.

Nel piano inferiore lo stile è un po’ di verso, non più moderno e minimale, ma tradizionale e caratteristico, con i salumi della Norcineria Ronzini appesi e le bottiglie in bella vista da poter scegliere in una vera e propria cantina, con mattoni a vista che custodisce un antico reperto storico posto all’interno di una teca.

La sala più ambita è la Grill Room al piano superiore, con i tavoli che accolgono le griglie incastonate al centro per dare la possibilità ai commensali di arrostire la carne scelta direttamente sui grill table.

Una tradizione che viene dall’asia con i caratteristici tavoli yakiniku , molto eleganti e pratici per cuocere pesce e carne e ora anche  tendenza in america per il barbecue coreano, proprio dopo questa ispirazione Cristiano ha deciso di portare questa influenza ma utilizzando i prodotti del nostro paese.

La scelta del menù è veramente vasta: comprende la griglia che da la possibilità di scelta su carne di maiale (costata di capocollo, salsiccia, pancetta, asado, arrosticini e costine), di Manzo (filetto, t-bone, tomahawk, costata, entrecote, tagliata, coperta di costata, arrosticini, piranha, hamburger), pollo (petto, salsiccia, coscia, ala) oppure anche pesce (coda d’astice, tonno, ostriche, salmone, cozze) e naturalmente verdure di stagione.

Caratteristici per il grill sono anche gli Spadoni, spiedi fatti con coltelli di ferro su cui si può infilzare carne di manzo, maiale o pesce, e la Poutine, un piatto tipico canadese composto da patate fritte, formaggio e salse varie.

Se invece ci si vuole affidare agli chef Gianluca De Simone e Vincenzo Grillo, saranno lieti di preparare fantastici Chees Burger con Black Angus, Bacon Chees Burger, Veglie Burger o Italian Burger.

Non potevano mancare come richiamo americano anche gli Hot Dog  con i loro caratteristici nomi: New York, Boise e Las Vegas. Da assaggiare anche il Wrap nella versione sia Italian che Veggy e la Baguette nella variante New York, Pastrami e Pulled Pork.

Ma l’ offerta del Burger Bar Grill non è solo su carne e griglia, inizia dalla mattina con colazione all’italiana ( caffè, torte e piccola pasticceria) ma anche internazionale (pancakes, omelette, belgian waffles, french toast) proprio per accogliere clienti stranieri e chi lavora in centro e si concede una ottima colazione.

A pranzo la proposta gastronomica comprende oltre i Burger anche vellutate, insalate e sandwiches.

Per poi arrivare all’aperitivo che precede la cena.

Ma non finisce qui… oltre Roma Cristiano e sua moglie Adriana, di origine newyorkese, hanno deciso di investire proprio da dove l’ispirazione è partita e quindi aprire un altro locale a New York dedicato agli hamburger, ma con la collaborazione di mani italiane,quindi viene chiamato  in cucina il famoso chef Bruno Barbieri, chissà cosa ne penserà Joe Bastianich?

Commenti

commenti