Aspettando l’estate… Gelato Day 24 marzo

Ogni scusa è buona per festeggiare! Mi sembra un ottimo proposito e soprattutto se si parla di gelato.

Ebbene sì, è stato indetto dal Parlamento Europeo nel 2013 proprio il GelatoDay, festa anche promossa da Artglace, per rendere omaggio a un prodotto della tradizione alimentare europea e dove in Italia (negli ultimi anni) ha avuto la buona abitudine di essere gustato in tutti i mesi dell’anno e non solo come rinfrescante pausa nelle giornate di caldo.

Si è pensato di festeggiare con la realizzazione, da parte dei gelatieri di tutte le nazioni, di un gusto in particolare : il ‘German Black Forest’, il cioccolato variegato amarena.

La gelateria romana Strawberry Fields di viale Bardanzellu, ci ha invitato per partecipare alle iniziative , da loro organizzate che coinvolgeranno esperti del settore , ma soprattutto pubblico.

In programma un laboratorio didattico, nel corso del quale Geppy Sferra (titolare della gelateria) spiegherà come si realizza un vero gelato artigianale e metterà all’opera i suoi speciali visitatori proprio nella realizzazione del German Black Forest. Ospite della manifestazione, Luca Pandolfi (Sal Onlus), antropologo ed esperto di formazione e cooperazione internazionale racconterà la storia del cacao. In particolare, Pandolfi parlerà del Nacional Arriba Fino de Aroma, alla luce della sua esperienza in Ecuador tra i contadini coltivatori di un cacao considerato tra i migliori al mondo e utilizzato da Strawberry anche per realizzare il gusto del Gelatoday.

Geppy e lo staff

LA STORIA

Fondata nel 2011 a via Tor de’ Schiavi, Strawberry Fields nasce dalla passione di Geppy Sferra per il gelato autenticamente artigianale; passione coltivata negli anni e fatta di studio, lavoro e costante sperimentazione. Nel giro di poco tempo la gelateria si è contraddistinta non solo per la scelta degli ingredienti naturali e la continua ricerca della qualità ma anche per l’approccio al consumo e alla conoscenza del gelato. “Insieme alla vendita del gelato noi veicoliamo tutta una serie di valori sociali, culturali, didattici e di aggregazione. Attraverso le tante iniziative sociali che caratterizzano Strawberry vogliamo far capire cosa c’è dietro la scelta di ogni singolo ingrediente, quante strade si intrecciano e quante persone ci lavorano… insomma, qual è il vero valore del gelato artigianale che va ben al di là del suo prezzo e di un suo effimero consumo” dichiara Geppy.

Dopo circa tre anni, grazie al supporto della figlia Marta, desiderosa di intraprendere lo stesso percorso del padre, Strawberry Fields inaugura una nuova sede, dotata di un grande laboratorio a vista, nella zona di Colli Aniene in viale Bardanzellu e la gestione del negozio storico di via Tor De’ Schiavi passa ad Alessio Schioppa. Il progetto si ingrandisce nel tempo e oggi vede coinvolte tre famiglie e 15 persone.

 

IL VALORE DEL GELATO ETICO E CULTURALE

Per Geppy e tutta la brigata di Strawberry Fields, la creazione dei gusti e la scelta delle migliori materie prime è imprescindibile da un costante rapporto di interazione con gli artigiani del gusto, i produttori e il pubblico. Alla cura profusa nella realizzazione di un ottimo gelato si affianca così quella per un consumo consapevole.

A tal proposito, la gelateria Strawberry Fields ha messo in atto una serie di iniziative, tra le quali il Carpe Diem: la degustazione gratuita di un gusto di gelato, appena mantecato, aperta a tutti, che si svolge ogni sabato alle ore 18. L’intento di questo appuntamento è quello di aprire il laboratorio alla clientela, mostrare come si realizza il gelato artigianale e sviluppare una maggiore conoscenza intorno a tutto il mondo che ruota intorno al gelato. Spesso il Carpe Diem prevede la presenza di un invitato speciale, il cosiddetto Carpe Diem con Ospite, un produttore o un esperto di gastronomia di qualità che spiega ai clienti le caratteristiche di un ingrediente, le sue proprietà nutrizionali o ancora i metodi di coltivazione di un determinato prodotto.

Rivolto agli studenti è il progetto A Scuola di Gelato che ogni anno vede coinvolti centinaia di ragazzi delle scuole elementari e medie. Un percorso didattico sul gelato, tra teoria e pratica, che si conclude con una grande festa nel corso della quale gli studenti presentano al pubblico i gusti di gelato da loro realizzati.

I GUSTI

Come nelle gelaterie di un tempo, i gusti creati da Strawberry Fields vengono conservati all’interno di un banco a pozzetti. “A mio avviso è di gran lunga il modo migliore di conservare e vendere un gelato davvero artigianale e naturale come il nostro, preservandolo dalla luce, dall’aria e dagli sbalzi termici” spiega Geppy Sferra.

Oltre alle creme, senza dubbio il gelato alla frutta realizzato senza latte e con una percentuale sensibile di frutta fresca – preferibilmente bio e acquistata direttamente dagli agricoltori – è un must di Strawberry Fields.

In produzione tutto l’anno, tra i gusti più gettonati, abbiamo Mirtillo e Rosa Canina, Mandorla di Toritto e miele – la mandorla di Toritto è un presidio Slow Food, il miele bio è dell’azienda agricola ‘Monteverde’ di Norcia – e il Cacao puro, preparato senza cacao in polvere ma utilizzando solo pregiata massa di cacao monorigine. Immancabile la Nocciola Romana Dop (precisamente trattasi della cultivar Tonda Gentile Romana dell’Azienda agricola ‘La Fescennina’ di Corchiano), il Pistacchio di Bronte Dop (certificato e proveniente direttamente dall’Azienda agricola ‘Corica’ di Bronte), il Caffè, realizzato con le selezionate miscele monorigini fornite dalla celebre torrefazione Mondicaffè, e lo Zabaione al Passito di Pantelleria.

Tra i gusti in produzione periodica, troviamo il Mandarino tardivo di Ciaculli – presidio Slow Food –; Fico, noci e cannella prodotto con i fichi bio dall’azienda ‘All’ombra del Cerro’ e le noci di Sorrento Igp; Crema ai marroni, fatta con marron glacé di produzione propria, e la Crema Zeman, dedicata all’allenatore boemo, realizzata con assenzio e anice stellato.

 

E poi due gusti davvero esclusivi: a febbraio Vin brulé (la traduzione in gelato della famosa bevanda calda a base di vino rosso e spezie) e tra settembre e ottobre, più unico che raro in una gelateria, Giuggiola di Moricone con il prelibato frutto coltivato da Stefano Forti nella sua azienda biologica ‘All’ombra del Cerro’ a due passi da Roma.

In estate alla produzione di gelato si aggiunge quella dei Cremolati di frutta che variano a seconda del mese e la Granita di caffè, creata con un’ arabica bourbon sempre fornita da  Mondicaffè. Ogni mese poi si provano gusti nuovi coinvolgendo la comunità Strawberry nel sondaggio del Carpe Diem Social sulla pagina Facebook della gelateria.

Da provare poi il Tiramisù disponibile tutto l’anno nel gusto Classico e ai Frutti di bosco, in inverno nella versione Mandarino e Mandorle, in primavera nella variante alle Fragole e in estate nel gusto Pesca.

 

Orario invernale: da lunedì a venerdì dalle 12.00 alle 21.00; sabato e domenica dalle 10.00 alle 21.00

Orario estivo: tutti i giorni dalle 11.00 alle 01.00

 Chiusura invernale: dal 10 dicembre al 31 gennaio

Geppy e un gruppo di studenti

Commenti

commenti

You may also like...