TASTE 13 – Firenze 2018

Your ads will be inserted here by

Easy Plugin for AdSense.

Please go to the plugin admin page to
Paste your ad code OR
Suppress this ad slot.

Si è appena conclusa la 13ma edizione di Taste a Firenze gestita da Pitti Immagine.

Quale migliore città per presentare le eccellenze italiane? Firenze ti accoglie nella sua eleganza, tra le vie del centro strette e con i marciapiedi sempre troppo piccoli per passare in due.

La Leopolda però è appena a 10 minuti dalla Stazione e nel suo ampio cortile ti dà già la percezione che sarà una cosa in grande, fatta bene, da cui puoi pretendere e aspettarti il meglio.

Infatti non ti delude: con gli stand ben ordinati e uguali, vieni pervaso da profumi diversi, mischiati e all’inizio devi prendere un po’ di confidenza con l’itinerario , ma a parte il primo impatto di breve smarrimento, l’ itinerario è… seguire l’ispirazione.

Un paese dei balocchi per chi vuole conoscere e assaporare i migliori prodotti italiani passando dal salmone, allo zabaione, alla crescia, fino ad arrivare all’aceto di Modena.

Molti gli espositori e gli interessanti incontri da seguire nella sala adiacente il ristorante (si perché c’è chi ha avuto il coraggio di sedersi e mangiare, ancora!).

Renato Bosco

Abbiamo incontrato il simpatico Renato Bosco di Alice Tv che affetta il suo soffice Panettone alla Mortadella e assaggiamo il suo favoloso pelato di kiwi, dal sapore decisamente equilibrato e nuovo.

Il Panaro di Urbino propone la Crescia sfogliata, che vuole far concorrenza alla più conosciuta Piada Romagnola, ma non ha nulla da invidiare alla più gettonata della riviera. Ingredienti semplici: uova, farina, sale, strutto e pepe, pronta in pochi minuti farcita con salumi, pesce, tartufo o con confetture . Da proporre a pranzo, cena, merenda o per un più richiesto aperitivo.

Artigianquality

Quello che si sposa bene con la crescia è la mortadella! E a vederla lì, bella rosa, tonda, vien voglia solo di assaggiarla! E le simpatiche signore di Artigianquality, direttamente da Bologna, con il loro accento solare e inconfondibile ci dicono che è la loro prima partecipazione al Taste, quindi teniamo a battesimo questa eccellenza, degustandone la bontà.

pasta Legù

Una novità conosciuta e soprattutto provata è stata Legù: prodotti a base di farina di legumi. Totalmente legumi italiani, tutte proteine, fibre e non contenente glutine. Diversi i prodotti: dalla farina, alla pasta agli snack da sgranocchiare, non fritti e senza additivi, in tre diverse versioni : classica, zenzero e curry.

Prodotti consigliati per gli sportivi, i vegani, i celiaci e diabetici.

Pesto

Un prodotto tipicamente italiano e soprattutto genovese è il pesto! Chi non adora il profumo di basilico fresco? Preparato con il mortaio e basilico dop, olio e pinoli da Rossi dal 1947.

Your ads will be inserted here by

Easy Plugin for AdSense.

Please go to the plugin admin page to
Paste your ad code OR
Suppress this ad slot.

Ci è venuta un po’ sete dopo tutto questo “provare” eccellenze, ci dirigiamo a conoscere ciò che ultimamente è cresciuto molto in Italia: il mondo brassicolo .Facciamo conoscenza con il Birrificio Artigianale Petrognola che si trova in una parte della Toscana fantastica, la Garfagnana. Importante per la ricetta di una buona birra è l’acqua e in questa regione è perfetta per la loro linea al Farro. Diverse sono le proposte: Ambrata, IPA, Rossa, Apa e anche affumicata alle castagne.

Gran Deposito Giuseppe Giusti dal 1603

Qualcosa che non avrei mai pensato di provare, ma “mai dire mai” è una degustazione di aceto balsamico, poi se è di Modena… chapeau! Incontriamo un’azienda che sa il fatto suo da anni Gran Deposito Giuseppe Giusti dal 1603. Come illustra Giuseppe Giusti nel lontano 1863 “La perfezione degli aceti detti Balsamici di Modena, dipende da tre condizioni: dalla scelta delle uve, dalla qualità dei recipienti e dal tempo”.

Diciassette generazioni per questa tradizione di famiglia per un prodotto prestigioso e premiato. Scelto anche dal Duca di Modena e dal Re d’ Italia nel 1929 , come fornitore ufficiale.

La ricetta veniva tramandata a voce, di padre in figlio, poi fu proprio Giuseppe Giusti a fissare per iscritto le regole per ottenere un perfetto Aceto Balsamico.

Durante la sua maturazione l’aceto soggiorna in diverse botticelle di legni differenti che conferiscono le differenti caratteristiche:

il Castagno, ricco di tannini, contribuisce al colore scuro;

il Gelso aumenta la concentrazione;

il Ginepro cede le essenze resinose;

il Ciliegio addolcisce il sapore;

il Rovere conferisce il tipico profumo vanigliato

Questa azienda accoglie numerosi visitatori durante l’anno, ospita eventi, concerti, spettacoli e laboratori per bambini.

zabaione Sanbay

Finiamo il tour in dolcezza con uno zabaglione biologico e organico dal nome Sanbay.

La leggenda narra che si tratti di un’antica ricetta del XVI secolo, attribuita a Fra Pasquale de Baylon, che consigliava alle donne questa crema, a base di uova e vino, per restituire vigore ai mariti pigri, in memoria del frate, il dolce venne battezzato Crema San Baylon, da cui sabayon e zabaglione.

Fatto con ingredienti semplici tuorlo d’uovo, vino bianco passito e zucchero di canna, tutto bio, da conservare fuori frigo, lontano da fonti di calore e di luce.Prodotto dall’ Aienda Agricola Olivero Claudio dal 2000 che alleva le sue galline libere e nutrite con ingredienti bio prodotti in azienda.

Csaba della Zorza

Naturalmente il Taste non è solo incontrare realtà aziendali italiane, ma avere il piacere di incontrare personaggi come Madame Annie Feolde, Baru della Gherardesca o la elegante Csaba della Zorza per la presentazione del suo libro “Honestly Food”. Tanti altri gli ospiti di questa tredicesima edizione che si conferma un appuntamento interessante a Firenze e anche una ottima scusa per proseguire con il “Fuori Taste”, per esempio con un aperitivo al Santino in via di S.Spirito 60R, che ci propone un cocktail a base di Gin “Occitan”, anisetta, soda, limone e pepe in grani,rosmarino , un fantastico tagliere per completare l’opera ed è subito… cheers!

Il Santino

Commenti

commenti

,,,,,,,,,,,,,,,,,