Alla scoperta del Perù attraverso il cibo e la sua cucina

Your ads will be inserted here by

Easy Plugin for AdSense.

Please go to the plugin admin page to
Paste your ad code OR
Suppress this ad slot.

Quanti di voi non hanno pensato almeno una volta al Perù come meta da scoprire, con le sue bellezze, le sue curiosità, il  Machu Picchu, le Ande, la gente,  i colori, ma io penso anche al cibo!

Sarà deformazione professionale, ma penso che dal cibo di un paese si possano attingere molte informazioni e soprattutto mi piace pensare alla convivialità che  permettere in entrare in stretto contatto con la gente del posto, con gesti e parole non sempre afferrate, ma i sapori e i colori esprimono molte cose.

Se non vi potete permettere un biglietto A/R per Lima potete arrivare da Eataly Ostiense e dedicare una intera settimana alla conoscenza del cibo peruviano attraverso degustazioni e workshop.

Propio martedì 24 è stato ospite di una conferenza stampa di apertura manifestazione, il famoso chef Adolfo Perret, con ben trentadue anni di esperienza come chef specializzato in cucina peruviana.  Ha raggiunto paesi lontani come la Cina e la Russia, in tempi in cui non esisteva ancora lo sviluppo globalizzato che conosciamo.

È stato responsabile di eventi mega-gastronomici di successo come la cena di gala peruviana presso ITB (Borsa internazionale del turismo – marzo 2005) in Germania per cinquemila persone o la cena organizzata dall’Ambasciata del Perù a Zurigo – Svizzera e ZIPPO per più di 2.000 persone.

Lo chef Perret è stato convocato dal governo peruviano per realizzare il “Festival di La Paz” in occasione della firma del trattato di pace tra Perù ed Ecuador.

Ha curato la presentazione dei ‘prodotti bandiera’ Pisco e Caballo de Paso Peruano, presso il Ritz Hotel di Madrid e ha preparato un buffet presso l’esclusivo Club Puerta de Hierro con la presenza di Sua Eccellenza il Re Juan Carlos I de Borbón.
È stato anche responsabile per i pranzi degli alti delegati del V Vertice UE-UE, Perù nel 2008 e la preparazione e l’attenzione dei pranzi agli alti delegati dell’Organizzazione degli Stati americani – OAS nel 2010, fuori entrambi nel Museo della Nazione.

È stato responsabile della ristorazione per diversi artisti di livello mondiale come i tenori Andrea Bocelli e Plácido Domingo nelle loro presentazioni a Lima, così come cantanti come Noel, Camila, Bon Jovi, Beyonce e Laura Pausini.

Attualmente è membro del Consiglio superiore per la formazione turistica (CENFOTUR); È Primo Vice Presidente del Settore Gastronomia della Camera di Commercio di Lima e membro del Consiglio di Cooperazione con la Direzione del Turismo della Polizia Nazionale del Perù e membro del Consiglio dei Consulenti dell’Associazione Civile SINACOOP amici della Polizia Nazionale del Perù.

Your ads will be inserted here by

Easy Plugin for AdSense.

Please go to the plugin admin page to
Paste your ad code OR
Suppress this ad slot.

Medaglia e Diploma d’onore rilasciati dal Congresso della Repubblica, per la sua carriera di insegnante di cucina peruviana e promuovere la diffusione e lo sviluppo della nostra diversità, rendendo la cucina peruviana una delle più varie e ricche del mondo (14 Luglio 2016)

Ha pubblicato il suo primo libro intitolato “PIURA, La cucina peruviana ha un nord”, in collaborazione con il Fondo Editoriale dell’Università di San Martín de Porres e nominato tra i tre migliori libri del mondo nella categoria, Cook Writer negli ultimi celebrazione dei Gourmand World Cook Book Awards tenutisi in Cina (29 maggio 2016)

Lo chef Adolfo Perret è stato proprietario e chef esecutivo dei ristoranti di Punta Sal per trentuno anni ed è il primo chef peruviano a far parte della Académie Culinaire de France.

Naturalmente non potevano mancare seminari e workshop per meglio entrare in contatto con questa profumata e colorata cucina.

JAGUAR, COCONUT GROVE, FL

Mercoledì 25 luglio, dalle ore 18.30 alle ore 20.00, il Centro Congressi di Eataly ( terzo piano) ospiterà la conferenza del sous chef Luis Alberto Rodriguez dal tema: “Il Peperoncino nella cultura peruviana: miti e verità su un prodotto ancestrale e magico”.

Giovedì 26 luglio dalle 18.30 alle 20.00, all’Aula Vino del secondo piano, Federico Solari – esperto conoscitore di Pisco e rappresentante europeo del Comité Vitivinicola della SNI – e Riccardo Rossi, head bartender di Freni e Frizioni, terranno la Masterclass “Pisco-Fine Spirit, the essence of Perù!”

Il Pisco, l’acquavite ottenuta dalla distillazione del mosto d’uva fermentato, si potrà degustare da giovedì fino alla domenica, nell’Enoteca di Eataly al secondo piano. I cocktail a base di Pisco, un prodotto unico al mondo per la sua purezza e la sua fragranza, saranno protagonisti anche nell’ora dell’aperitivo da Pane&Vino, il wine bar dell’Enoteca.

Venerdì 27 luglio dalle 18.30 alle 20.00, sarà possibile partecipare allo showcooking dello chef Adolfo Perret dal titolo “Passato, presente e futuro della cucina peruviana” un viaggio nel tempo alla scoperta degli alimenti e dei piatti del Perù.

La Settimana della Cucina Peruviana si concluderà domenica 29 luglio a partire dalle ore 19 con l’aperitivo Pisco Party.

 

Commenti

commenti

,,,,,,,,