Dall’antipasto al dolce… tutti i piatti con un Filodolio

Your ads will be inserted here by

Easy Plugin for AdSense.

Please go to the plugin admin page to
Paste your ad code OR
Suppress this ad slot.

Buono… come un filo d’ olio extra vergine che scorre sul pane!

Un’immagine che a me ricorda le merende semplici, quando si smetteva di giocare per una pausa e addentare la fettina di pane con olio e sale. Un sapore genuino, vero e nella sua semplicità così completo e intenso, ma doveva essere olio buono, di quello preso da chi si conosceva, da chi lo travasava in bottiglie tutte diverse, dal colore carico come il suo profumo.

L’olio, un elemento della tradizione italiana , annoverato tra le eccellenze dell’enogastronomia che  ha bisogno di essere conosciuto meglio, è con questa missione  che il manager Stefano Donaudy Mastelloni decide  di dare vita a FILODOLIO, un ristorante dove  dall’antipasto al dolce l’ olio è protagonista, insieme al piatto scelto, esaltandone qualità, sapore e gusto.

Il giovane chef Alfonso Aquino si occupa della cucina dando vita a ricette sempre nuove seguendo fantasia e  stagionalità.

Anche i piatti più semplici assumo connotazioni differenti grazie all’abbinamento con il giusto olio, variando addirittura la struttura della stessa pietanza . Variano da regione a regione e grazie  anche ai corsi di degustazione organizzati presso il ristorante, si potrà conoscere il fantastico mondo dell’olio e capire la differenza che passa tra Olio Taggiasca Ligure ,un Coratina pugliese, un Leccino toscano e un Moraiolo umbro, dove e e quando utilizzare l’uno o l’altro e perché.

piano superiore

Il locale è semplice ma elegante, entrando ci si trova nella prima sala e scendendo le scale una più ampia nel piano sottostante  con la cucina a vista.

Il menù a pranzo prevede la formula veloce ed economica per chi nella pausa dal lavoro si vuole concedere un pasto sano e non il solito panino frettoloso : piatto + acqua +pane e caffè a €9,50, oppure chi ha più appetito può optare per 2 piatti  + acqua + pane e caffè a €16.

sala sottostante

Lo chef mi da il benvenuto con un’ entrée decisamente estiva: caprino su purea di anguria e in abbinamento Olio Gentile di Mafalda.

caprino con anguria

Per la cena o il pranzo alla carta le proposte dei piatti sono diverse e con prezzi che variano dai €9 ai €18.

Iniziamo con un antipasto che mi incuriosisce e scelgo un alimento essenziale, ma poi non così semplice come si pensa, da cucinare:

Your ads will be inserted here by

Easy Plugin for AdSense.

Please go to the plugin admin page to
Paste your ad code OR
Suppress this ad slot.

Uovo a 65°  con  spinaci al burro acido e nocciole  e in abbinamento Olio  Principe Pignatelli – Classico (Molise).

 

Continuando con gli altri antipasti, da non farsi scappare, troviamo il Polpo alla plancia con pesto ligure, burrata d’Andria e pomodorini semi-secchi “De Carlo” in abbinamento Olio  Agricola Doria – Lei (Calabria) e la Cheesecake di alici alla colatura con maionese al basilico in abbinamento Olio Titone – Biologico italiano (Sicilia).

polpo alla plancia

 

Si passa ai primi piatti e oltre alle interessanti proposte di pasta tutta rigorosamente Gentile di  Gragnano il mio interesse va al Risotto con crema di asparagi, gamberi e panna acida . Olio Le tre Colonne  – Coratina (Puglia). Riso Vialone Nano Gazzani di Verona.

risotto con crema di asparagi

Si prosegue con un piatto non proprio estivo , ma di carattere e sapore, che va assolutamente assaggiato: guancia di maialino iberico con cipollotto fondente e scarola liquida in abbinamento Olio Decimi – Emozione (Umbria).

guancia di maialino

Come abbiamo detto “dal primo piatto al dolce“, non potevano mancare gli assaggi di dolce con abbinamento olio : spuma di ricotta di bufala, pistacchio di Bronte, mela verde con abbinamento olio Anfosso – Taggiasca (Liguria).

Il menù è vasto e in continuo aggiornamento, lasciatevi consigliare e sperimentate, scoprirete un mondo straordinario che è l’olio!

 

Non soltanto il vino canta,
anche l’olio canta,
vive in noi con la sua luce matura
e tra i beni della terra
io seleziono,
olio,
la tua inesauribile pace,
la tua essenza verde,
il tuo ricolmo tesoro che discende
dalle sorgenti dell’ulivo.
(Pablo Neruda)

Commenti

commenti

,,,,,,,,,,,