Amodei Banco e Bottega: guardi, mangi, compri

L’Italia è simbolo in tutto il mondo di arte, paesaggi incantevoli, ma soprattutto buona cucina rappresentata da prodotti eccellenti.

Con questo pensiero i turisti arrivavano in una città come Roma, uscivano dalla Stazione Termini e il panorama era: ristoranti turistici con fiori finti sui tavolini, negozietti tipici con bottiglie ingiallite in vetrina dalla dubbia provenienza di cantine più o meno conosciute, confezioni di pasta chissà da quale epoca esposte a rimirare le vie centrali.

Ma qualcosa sta cambiando (grazie al cielo!).Sicuramente il palato dei turisti che è molto più allenato e indottrinato a riconoscere cosa è genuino e buono, ma soprattutto c’è il ritorno, a noi molto caro, dei sapori tradizionali, che conoscevamo già grazie alle nostre nonne che impastavano con mani energiche e compravano frutta e verdura dal contadino.

Quando entravo nel piccolo negozio di alimentari con la lista delle cose da comprare stretta in mano (come se fosse l’editto di Maria Antonietta) e mi schiarivo la voce facendomi sentire dal basso del bancone, sempre troppo alto , venivo inebriata dagli odori dei salumi, misti ai formaggi e dal pane appena sfornato. Il proprietario che faceva assaggiare i prodotti alle massaie esigenti e abbondava sulla bilancia. Tutto questo confortevole senso di “casereccio” e genuino l’ho ritrovato da Amodei la bottega aperta giusto a metà febbraio in via Principe Amedeo 7/b proprio a pochi passi dalla Stazione Termini a Roma.

Non una semplice bottega di quartiere, ma anche somministrazione in loco, come ci illustrano Eli Guetta e Gabriele Rabba i giovani soci, nonché proprietari, dandoci il benvenuto.

Con il progetto architettonico curato da Martino Fraschetti dello Studio Strato, già conosciuto nel panorama romano con altre realtà di successo su Roma, e l’ausilio della Laurenzi Consulting, i due giovani imprenditori danno vita a questa bottega/bistrot dove oltre che acquistare al dettaglio, possono essere gustati i numerosi prodotti esposti .

Il delizioso dehors su strada, affianco all’entrata è in attesa di ulteriore ampliamento, ma un romantico divanetto fa da preludio alle 26 sedute all’interno del locale tra scaffali e bottiglie.

L’offerta tanta, la qualità ottima. Alcuni marchi, piacevolmente trovati alla 13ma edizione del Taste a Firenze, sono contemplati nella lista delle eccellenze proposte e minuziosamente selezionate.

Tredici frantoio di olio tra cui l’Azienda laziale Quattrociocchi dispensata anche al tavolo. Le Gemme del Vesuvio, Morelli e S.Rita per i pastifici, dalla Sicilia Campisi con i sott’olio ittici, Coda Nera per un superlativo salmone affumicato, Piemonte e Umbria per l’oro nero in cucina con Tartuflanche e San Pietro a Pettine.

Non da meno l’ offerta vinicola, con ampia scelta su 250 referenze tra rossi, bianchi, bollicine, rosè e anche vini kasher.

Ci si può accomodare nei deliziosi tavoli affianco al banco gastronomia e farsi conquistare dai salumi d’oca Quack per un tagliere misto o assaggiare la golosa pizza bianca ripiena consegnata ogni mattina dall’Antico Forno Urbani di viale Portico D’Ottavia.

Per chi volesse qualcosa di cucinato e più sostanzioso ci sono le proposte dei piatti espressi come lasagna, parmigiana e polpette al sugo, carpacci e gastronomia di mare.

Un punto di riferimenti nella zona adiacente la Stazione Termini che era stata già punto di riqualificazione con l’apertura del Mercato Centrale e che con il nascere di queste curate botteghe/bistrot, danno sempre più fiducia ad una maggior cura e attenzione sulla proposta alimentare genuina e di qualità che noi italiani avevamo momentaneamente parcheggiato.

Amodei Banco e Bottega è aperto tutti i giorni dalle 7 alle 23- Via Principe Amedeo 7b tel 06/4823138

 

Commenti

commenti

You may also like...